Colombi

Colombi Capitombolanti di Felegyhaza
Originario dell’Ungheria. Il nome è un’abbreviazione Kiskunfelegyhaza, una cittadina del bassopiano magiaro in cui questa razza fu creata verso la fine dell’800. Colombo di grandezza appena media, compatto, con portamento quasi orizzontale; è di carattere vivace ma docile. Mantelli della razza: unicolore bianco, nero, blu con verghe nere, rosse e gialle; con disegno di Ochetta nero, blu, rosso e giallo. Sono colombi altovolanti e capitombolanti: una volta che hanno raggiunto alte quote, si lasciano cadere volteggiando nel vuoto per poi riprendere il normale volo dopo una serie di  volteggi in aria. Pare che siano stati selezionati a partire da ceppi di colombi epilettici.
(allevatore Alen Guizzardi )
Colomba Pavoncella bianca 
Originario dell’India o della Cina, è una tra le più antiche razze di colombi di fantasia. Molto apprezzato per l’aspetto e il portamento elegante. La forma particolare della coda limita la capacità di volo di tutti i pavoncelli. Il Pavoncello viene allevato nella colorazione bianca e utilizzato per le cerimonie.
(allevatore Alen Guizzardi )
Colombo Romagnolo
Il Romagnolo venne selezionato alla fine del XIX secolo a partire da colombi “reali”, molto probabilmente derivati dall’antico Colombo Ascolano e denominati così da Callisto Ghigi (padre del Prof. Alessandro Ghigi, noto studioso di avicoltura) alla fine del 1800. E’ un colombo di grossa taglia (750-850 grammi circa), piuttosto corto, dal volo pesante, piumaggio liscio e lucente, tronco solido e raccolto, portamento orizzontale o leggermente rialzato.Testa liscia e di media grandezza.
Colori allevati:nero, lilla, munaro, blu, rosso e nero con verghe o martellatura.
(allevatore Davide Montanari)
Colombo Triganino Modenese
Antichissima razza di colombi, la cui origine si suppone risalga al XIV secolo, allevata da molti secoli nella città di Modena (Emilia Romagna). Qui, fino all’inizio del 1900, era usata come messaggero su piccole e medie distanze, ma, soprattutto, era impiegato per un caratteristico gioco di volo. Il nome “Triganino” deriverebbe a questo colombo dalla sveltezza e dalla grazia delle sue forme che lo fanno rassomigliare ad una tortora, il cui nome greco è appunto, Trigon. Nelle città di Modena e Reggio Emilia il gioco “del far volare” è sopravvissuto, anche se praticato solo da pochissimi allevatori, fino all’avvento della televisione. Infatti le antenne televisive sparse sui tetti della città non permettevano più ai triganini di volare liberamente, tanto che questi durante le loro veloci evoluzioni in aria, spesso ci si schiantavano contro. Ne esistono di due tipi: Gazzi e Schietti in molteplici colorazioni.
(allevatore Davide Montanari)
Colombo Viaggiatore
La razza è stata selezionata a cominciare dal 1900, partendo da colombi viaggiatori da gara di taglia superiore alla media, con carrucole nasali molto sviluppate. Ricorda nell’ aspetto un robusto colombo viaggiatore da gara muscoloso, compatto, con portamento mediamente eretto; ha la testa arrotondata, caratterizzata da carrucole nasali ben sviluppate, a forma di cuneo, che aumentano di volume con il progredire dell’ età del soggetto.Colorazione allevata:: bianca.
(allevatore Alen Guizzardi )